DOMENICA 22 LUGLIO BICICLETTATA NO CENTRALE A RODENGO SAIANO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.nocentralers.altervista.org/nocentralers/Bacheca_avvisi.html

 

 

Permanent link to this article: http://www.antinocivitabs.org/domenica-22-luglio-biciclettata-no-centrale-a-rodengo-saiano.html

2 comments

    • Navdanya on 22 Luglio 2012 at 23:36
      Author

    foto e video della biciclettata

    http://www.facebook.com/events/417765934940376/#!/groups/341554089207665/

    • Navdanya on 24 Agosto 2012 at 12:11
      Author

    RODENGO SAIANO. Acque agitate dopo la seduta del Consiglio comunale che ha cassato la mozione per ulteriori accertamenti sulla sostenibilità dell´impianto

    Centrale a biomasse, tensione alle stelle
    Respinta la richiesta di un´analisi sull´inquinamento Dal comitato parole di fuoco nei confronti del sindaco: «Ha abdicato dal suo compito di garante dei cittadini»
    «Una sonora presa in giro dei cittadini, un´inaccettabile abdicazione dal ruolo di garante e tutore della salute pubblica da parte del sindaco».
    È UNO SFOGO PICCATO quello del Comitato «No Centrale a biomasse» di Rodengo Saiano. Sotto accusa la decisione presa al termine del rovente Consiglio comunale dell´altra sera, dall´amministrazione del sindaco Giuseppe Andreoli; decisione che in buona sostanza ha stroncato senza appello la mozione proposta da Tiziana Porteri, consigliere della lista civica «Siamo Rodengo».
    La mozione chiedeva all´amministrazione l´avviamento di un controllo ambientale atto a stabilire con precisione la quantità di inquinamento presente sulla zona dove dovrebbe sorgere l´impianto di Cogeme, per poi valutarne le conseguenti criticità ai danni della salute dei cittadini.
    Di indagini sanitarie preventive, invece, non ce ne sarà nemmeno mezza. Secondo la maggioranza ! (Pdl-Lega), infatti, uno strumento destinato a garantire il monitoraggio costante e capillare del territorio esiste già ed è molto più efficiente di quello proposto nella mozione.
    Lo ha detto proprio il sindaco Andreoli, ricordando il Piano d´adozione per l´energia sostenibile (Paes), patto tra comuni sottoscritto anche da Rodengo Saiano, i cui obiettivi sono ridurre del 20% le emissioni di CO2, aumentare del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti rinnovabili.
    «Il Piano esistente – ha affermato Andreoli – risponde ad un progetto più consono alle aspettative dei nostri cittadini, in quanto non si limita allo studio della qualità ambientale di una sola area del comune, come richiesto nella mozione, ma si impegna a studiare e monitorare nel tempo tutto l´intero territorio comunale».
    E ancora: «Il progetto in questione consta di 4 fasi – ha continuato il sindaco, facendosi portavoce della posiz! ione dell´intera maggioranza -: oggi il nostro Comune st! a affrontando la fase 2 del progetto ed ha già iniziato a preparare un inventario base delle emissioni, al fine di individuare tutte le fonti potenzialmente inquinanti presenti sul territorio. La mozione è una strumentalizzazione pretestuosa».
    INSOMMA, secondo l´amministrazione di Rodengo basterebbe la panacea del Paes, per esorcizzare lo spettro inquinante della centrale a biomasse che incombe su Rodengo.
    Va da sé che il Comitato, forte di quasi tremila firme raccolte, sia di tutt´altro avviso.
    «L´amministrazione ha negato ai cittadini un diritto fondamentale – ha detto il presidente Silvio Parzanini -, rinviando i controlli ad ipotetiche verifiche nell´ambito dei fumosi progetti riguardanti la Franciacorta. Intanto, dall´area della centrale (che dovrebbe aprire entro il prossimo 31 dicembre) si è già sollevato un tanfo insopportabile. La verità è che anche durante le conferenze dei servizi, dove c´era la possib! ilità di opporsi, non hanno mai fatto niente per fermare il progetto. Avrranno i loro motivi». E questa è la chiusura, sarcastica e amara.

    da bresciaoggi

Comments have been disabled.