«

»

Ott 04

Stampa Articolo

LE MAMME VOLANTI CHE SALVANO BRESCIA

MammeVolantiIlFatto20140929
Siamo in una delle provincie più inquinate d’Italia. Quella dove domina sulla pianura il totem degli adepti della religione della termovalorizzazione dei rifiuti. Quella dove nel pieno centro del capoluogo l’inquinamento da Pcb è entrato nella catena alimentare, fino al latte materno. Siamo a Brescia. Dove agli alunni che frequentano le scuole nei pressi della Caffaro è proibito giocare nell’erba per non rischiare di essere contaminati dal Pcb. Caffaro, l’azienda che per 50 anni, fino a metà degli anni ’80, ha prodotto migliaia di tonnellate di policlorobifenili (Pcb). Il Pcb provoca il cancro. E’ assodato. In particolare il cancro al seno e al fegato. Ma non solo. Ad esso è collegato lo sviluppo del diabete ed impedisce il corretto sviluppo del cervello dei bambini. In sostanza i bambini esposti al Pcb hanno capacità cognitive ridotte.
La politica bresciana non si è interrogata sulla necessità di cambiare strada ed ha continuato senza alcun problema a cavalcare il vigente modello di sviluppo. Industrie, cemento, rifiuti. Si vorrà mica inceppare la macchina economica!
Ma i bambini della provincia di Brescia hanno delle mamme. Per fortuna. E che mamme!
Vicino Brescia c’è un piccolo comune, Castenedolo. Un comune dove alcune cittadine hanno sentito l’urgenza di assumersi la responsabilità di tutelare il futuro dei figli.
Hanno incominciato a trovarsi in maniera informale. Probabilmente davanti ai cancelli delle scuole. Poi si sono costituite in gruppo. Il nome? Le mamme di Castenedolo, semplicemente. Le trovate facilmente anche su facebook.
Con tenacia si sono messe alle calcagna degli amministratori locali per chiedere un cambio di rotta nella gestione dei rifiuti e del territorio. Documentano il degrado, organizzano convegni, scrivono documenti. Insomma, fanno politica.
Un gruppo di mamme come ce ne sono in molte città d’Italia. Da Brindisi dove esistono le Mamme di “Passeggino Rosso” a Terzigno, nelle cui vie si aggirano le “Mamme Vulcaniche”.
Come tutti i comitati che animano le vertenze ambientaliste, anche le Mamme di Castenedolo si sono spesso sentite dire dalla politica frasi sbeffeggianti come questa: “Ma cosa ne volete sapere voi?! Voi non avete gli strumenti! Voi non siete mica in grado di avere una visione di insieme del territorio. La provincia di Brescia non è messa così male come volete far credere!”
Allora le nostre Mamme un bel giorno hanno recuperato un aereo e hanno iniziato a “volare alto”. Facendosi una bella visione di insieme e documentando il massacro incredibile del territorio bresciano. Una vista raccapricciante. Autostrade, svincoli, cantieri della BRE-BE-MI, cantieri del TAV, l’inceneritore e le cave. Tante, tantissime cave. Guardatelo dall’alto il territorio della provincia di Brescia. Guardate dall’alto come è stato letteralmente saccheggiato, urbanizzato, bucato. E la prossima volta che qualcuno vi dice che il territorio bresciano non è messo così male, invitatelo a cercare su youtube le Mamme Volanti.
https://www.youtube.com/watch?v=3NMVnHKuqUI

 

di Domenico Finiguerra

 

Dettagli sull'autore

Navdanya

Navdanya è la trx di Radio Onda d'Urto dedicata al consumo critico, all'economia solidale e all'ecologia.
http://navdanya.radiondadurto.org/

Permalink link a questo articolo: http://www.antinocivitabs.org/mamme-volanti-salvano-brescia.html